amicorobot rete di scuole per la roboticalogo di amicorobot porta alla home page
sei in: home > gare

Gare di robot, come e perchè

robot disegnato da BarbaraIn questa sezione vi presentiamo una documentazione articolata su come e perché possa essere utile e stimolante, da un punto di vista didattico, organizzare gare con i robot.
Le prime tre sezioni ( competizione, cooperazione e creatività) si riferiscono alle gare che si sono svolte annualmente a Milano, a partire da 2001, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica.
Nella sezione intitolata "nel mondo" sono invece illustrati alcuni importanti tornei che vedono protagonisti i robot in diverse nazioni.

Progettare e realizzare gare di robot, al di la dell’aspetto motivazionale che la accomuna a tutte le forme e modalità di “uscita dalla scuola” (in senso reale e metaforico), è particolarmente interessante per realizzare un modello di apprendimento innovativo basato sul concetto di comunità e sulla sinergia cooperazione-competizione. Infatti, la partecipazione ad una gara di robot può essere vissuta come semplice uscita sul campo (dopo aver realizzato a scuola un’attività di preparazione si affronta la gara), ma può anche essere proposta e realizzata con una forte integrazione tra il dentro e il fuori, promuovendo una comunità di attori che, legati da un compito-evento nel quale saranno in competizione, si preparano ad esso in modo cooperativo. Il punto critico in questo modello non è tanto l’ambiente telematico più o meno sofisticato che costituisce lo strumento di comunicazione tra i soggetti impegnati nel compito, quanto la proposta e la modalità di lavoro. Ogni gruppo di studenti impegnato nella realizzazione del proprio autonoma, e quindi ad affrontare e risolvere i problemi che il compito posto dalla gara richiede, deve incorporare nella propria attività anche la produzione di una documentazione, periodica ma sistematica, leggera ma esplicativa, sul proprio operato (…oggi io e Giorgio abbiamo provato a …). E’ la messa in comune di questa documentazione, realizzata appunto con un qualche sistema di condivisione on-line, che crea da un lato l’interesse ad andare a vedere cosa hanno fatto gli altri (scoprendo soluzioni e possibilità nuove o ricevendo rinforzo sul proprio operato) e dall’altro creando nei soggetti una maggior consapevolezza di quanto stanno facendo (riflettendo appunto sul proprio operato per comunicarlo ad altri). Si ottiene così il valore aggiunto di un apprendimento cooperativo (auspicabile ma non spontaneamente riproducibile) dentro un evento competitivo (la gara appunto), dove è giusto, poi che vinca il migliore.

a cura di Giuseppe Di Benedetto

 

Amicorobot - rete di scuole per la robotica educativa
scuola capofila: S.M.S. "Manzoni - Benzi" - via Isimbardi, 15 - 20091 Bresso (MI)
info@amicorobot.net
ultimo aggiornamento: 22-10-05