amicorobot rete di scuole per la roboticalogo di amicorobot porta alla home page
sei in: home > gare > competizione > robogolf

RoboGolf

 

campo di gara

 

Campo di gara:

Larghezza: 100 cm
Lunghezza: 140 cm

Al centro del campo sta una buca di diametro 8 cm, illuminata da sotto, in maniera da ottenere contrasto rispetto al bianco

Negli angoli stanno aree quadrate, di lato: 30 cm, due di colore verde e due di colore assimilabile al bianco, come in figura.

Il fondo del campo e’ bianco. Una linea nera di spessore 2 cm parte dal centro delle aree verdi, come in figura, e raggiunge la buca. Il centro della linea e’ a 15 cm dalla parete. La linea e’ realizzata da un tratto orizzontale di 5 cm seguito da un arco di cerchio di raggio 35 cm.

Il campo da gioco è circondato da sponde alte 15 cm.
Sulle due aree (grigie sul disegno, ma verdi sul campo) va realizzato un meccanismo di rilascio di palline. Ogni volta che si preme un pulsante viene rilasciata, fatta cadere dall’alto al centro del quadrato, da un’altezza di 20 cm, una pallina da calcetto. Il meccanismo contiene 6 palline e rilascia una pallina ogni volta che il pulsante e’ premuto. Dopo aver rilasciato 3 palline il meccanismo non rilascia piu’ nulla per 20 secondi. Il pulsante di attivazione del meccanismo e’ realizzato con un pannello incernierato alla perte superiore della parete, largo 30 cm (quanto l’area) e alto 14 cm.
L’altro quadrato delimita la base di partenza dei robot. E’ di colore assimilabile al bianco o comunque definito da sottili linee rosse. In ogni caso e’ di un colore non distinguibile dal bianco, ma solo dall’occhio umano.
La buca centrale è illuminata dal basso con scivolo trasparente che porta a un cestello asportabile che raccoglie le palline messe in buca.

Regole del gioco

Costruzione dei robot
I robot devono avere una dimensione che non fuoriesce dal quadrato che delimita la base di partenza. Se hanno parti mobili, il corpo non dve poter assumere nessuna configurazione che esca dal quadrato di base.
Ogni robot monta il gagliardetto della squadra, una bandierina fissata ad una cannuccia per bibite di plastica non più alta di 20 cm.
I robot devono essere costruiti con mariale Lego, eccetto che per la parte di manipolazione delle palline, per la quale sono accettati anche altri materiali, ma non altri motori o altri sensori.
I robot possono essere programmati con qualsiasi linguaggio.

Conduzione del gioco

La squadra può posizionare il robot come vuole all’interno della base di partenza.
Al fischio dell’arbitro un solo componente della squadra può far partire il robot schiacciando il tasto run. Una volta partito non si può più toccare il robot.
Il robot deve rifornirsi di palline, percorrendo il tratto dalla base alla corrispondente area di carico (A->A’ e B->B’, rispettivamente), e spingere il bottone per il rilascio. Ogni volta che viene premuto il pulsante viene rilasciata una pallina. Dopo le prime tre palline passa un tempo di 20” prima che ne venga rilasciata un’altra.
Il robot deve poi raggiungere la buca e rilasciarvi le palline. Se in questa operazione una parte del robot resta sopra la buca per più di 10” consecutivi, il robot viene rimosso e riposizionato nella casa base, da dove si può far ripartire schiacciando il pulsante run. Questo vale anche nel caso in cui il robot entri parzialmente nella buca e non ne riesca ad uscire. Eventuali palline messe in buca sono valide
Ogni partita dura due minuti, vince il robot che mette più palline in buca. Se i robot mettono tutte le palline in buca, vince quello che le mette per primo.

Svolgimento del torneo


Le squadre si iscrivono e si svolgono delle selezioni, la cui modalità dipende dal numero di iscritti e verraà definita dopo l’iscrizione. L’intero torneo non potra’ durare piu’ di 2 ore.

Amicorobot - rete di scuole per la robotica educativa
scuola capofila: S.M.S. "Manzoni - Benzi" - via Isimbardi, 15 - 20091 Bresso (MI)
info@amicorobot.net
ultimo aggiornamento: 16-02-09